La valenza del cibo

NELLA NOSTRA VITA QUOTIDIANA

tofu

TOFU

può essere considerato l’equivalente vegetale del formaggio per quanto riguarda la modalità di preparazione e l’apporto proteico, ma con una serie di vantaggi per la salute. Il tofu è una fonte eccellente di ferro, di calico e altri minerali e vitamine del gruppo B. E’ una ottima fonte di proteine anche se è carente di 2 degli 8 amminoacidi essenziali: metionina e triptofano. L’apporto proteico del tofu è equivalente a quello dei prodotti a base di latte. Tuttavia, mentre la caseina del latte tende ad elevare i livelli di colesterolo e a facilitare la formazione di calcoli biliari, le proteine della soia hanno dimostrato di abbassare i livelli di colesterolo totale e in particolare del “colesterolo cattivo” (LDL) del 35-40%. I fitosteroli, gli isoflavoni e gli acidi grassi essenziali della soia hanno effetti anticancro, anticolesterolo e protettivi dalle malattie cardiache. Inoltre hanno effetti benefici nel prevenire la perdita di massa ossea (osteoporosi), esercitano un effetto equilibrante quando vi sono livelli elevati di estrogeni, come nella sindrome premestruale, e alleviano i sintomi collegati alla menopausa.

CAROTA

CAROTA

appartiene alla famiglie delle Ombrellifere. Tra le verdure di uso comune è quella che fornisce la maggior quantità di caroteni, sotto forma di provitamina A, indispensabile per la vista e per la salute di pelle e mucose. Contiene altre vitamine e minerali. E’ ricchissima di composti antiossidanti che proteggono dalle malattie cardiocircolatorie e dal cancro. .

PORRO

PORRO

(allium porrum): è una buona fonte di vitamine e minerali. Arreca gli stessi benefici di aglio e cipolle, ma essendo meno compatto è necessario mangiarne quantità maggiori per ottenere gli stessi effetti. Un consumo regolare aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo e a rafforzare il sistema immunitario.

SESAMO

SESAMO

il minuscolo seme di sesamo è ricchissimo di sostanze nutritive: fonte eccellente di proteine, fibre, grassi monoinsaturi, grassi poliinsaturi , vitamine del gruppo B, minerali (in particolare sono ricchissimi di Calcio) e lignani, sostanze con sorprendenti capacità antiossidanti. E’ povero di carboidrati e privo di colesterolo. I semi di sesamo, originari di India e Medio Oriente, venivano prescritti e usati dagli Egizi intorno al 1500 a. C come medicina e ne veniva usato l’olio nei riti di purificazione, furono importati in Europa nel I secolo d.C. . Oggi gli vengono attribuiti benefici come aiuto della digestione, nell’alleviare la stitichezza, nel stimolare la circolazione del sangue e arrecare benefici al sistema nervoso.

CURCUMA

CURCUMA

(curcuma longa) appartiene alla famiglia dello Zenzero, ampiamente coltivata in India, Cina, Indonesia. La curcuma è stata ed è ancora componente importante della medicina cinese e indiana, che la utilizzano come antinfiammatorio e  nel trattamento di altre patologie. In effetti la curcumina, il pigmento giallo della pianta, ha dimostrato di svolgere una potente attività anti-infiammatoria e antiossidante con effetto preventivo verso il cancro e nella prevenzione di malattie cardiache e in quelle neurologiche degenerative.

BARBABIETOLA

BARBABIETOLA

appartiene alla famiglia della Chenopodiacee come bietole e spinaci, ma a differenza di questi della Barbabietola si mangia anche la radice.

Rispetto alle radici le foglie della Barbabietola hanno un valore nutritivo superiore: ricche di calcio, ferro, altri minerali e vitamine A, C e B6. Le radici sono una fonte eccellente di acido folico, fibre, manganese e potassio. Già coltivata ai tempi degli antichi romani, è stata utilizzata per lungo tempo con scopi medicinali, principalmente per curare i disturbi del fegato, grazie ai suoi effetti che stimolano la depurazione di quest’organo. Le sue fibre hanno effetto sull’ intestino e nell’abbassare i livelli di colesterolo. Studi dimostrano la sua azione protettiva nei confronti del cancro, soprattutto dell’apparato gastrointestinale

BIETA

BIETOLA DA COSTA

ricca di sostanze nutritive: fonte eccellente di caroteni, vitamina C, E, K e B6, fibra e clorofilla oltre che di magnesio, potassio, ferro, calcio e  altri minerali e oligoelementi. Clorofilla, caroteni e altri pigmenti hanno attività anticancro, in particolare per l’apparato digestivo.

MANDORLE

MANDORLA

è una fonte eccellente di oli monoinsaturi e polinsaturi, proteine (20%) , potassio, magnesio, calcio, ferro, zinco e vitamina E. Contengono anche flavonoidi con attività antiossidante.

GINGER

ZENZERO

(Zingiber Officinalis): è una pianta perenne con grossi rizomi tuberosi (fusti e radici sotterranei) di origine asiatica, viene utilizzata per le sue proprietà curative dell’apparato gastrointestinale. E’ efficace contro la nausea, è carminativo (promuove l’eliminazione di gas intestinali) e allevia gli spasmi intestinali. Inoltre ha un effetto direttamente antinfiammatorio contenendo composti antinfiammatori.